Riflessi e riflessioni

Riflessi e riflessioni – Poesie di Alberto Longhi

1. Una citazione

 

Innanzi a me le candele di Kavafis

si ergono tra le spente e le accese,

metafora di vita che intera scorre

come l’antico fiume eracliteo.

Osservo la cera mentre qui si scioglie

lenta, sì che neanche me ne accorgo;

quale sia il senso del dolore mi chiedo

tra tempesta e sole della quiete,

mentre distruggo quei pensieri passati

per creare qualcosa di nuovo.

 

2. Vent’anni

 

Nell’angusto momento di fin ventennio

mi domando il suo significato:

cosa mi resterà di questi dieci anni

che hanno avuto tanti cambiamenti?

 

3. La panchina

 

Stazione di Carpenedo, alla panchina

mi sedevo a scrivere le poesie,

e tuttora nel mio tempo qui lo faccio

per distrarmi dalla dipendenza

di un vivere che purtroppo mi ha arrecato

il non essere più indipendente.

Sulla mia vita che poi sarà rifletto,

senza capir se c’è via d’uscita,

e mi accorgo che forse troppo mi illudo

a cercar bontà in chi non me la dà.

di Alberto Longhi

Hai un inedito, una poesia, un racconto, una recensione, un articolo di critica nel cassetto? Inviacelo tramite email: redazione.incendiario@gmail.com

Vuoi conoscere meglio il poeta Alberto Longhi? Clicca qui per le sue pubblicazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...